“Nelle vibranti e libere corse sulle rocce tormentate, nei lunghi e muti colloqui con il sole e con il vento, con l’azzurro, nella dolcezza un po’ stanca dei delicati tramonti, ritrovavo la serenità e la tranquillità. E l’ebbrezza di quell’ora passata lassù isolato dal mondo, nella gloria delle altezze, potrebbe essere sufficiente a giustificare qualunque follia…” 

 

Posso riassumere ciò che provo in montagna con questo scritto di Giusto Gervasutti…uno scritto che cerca di spiegare cosa andiamo a cercare tra guglie e e cime, tra prati e rocce, tra tramonti e albe meravigliose…cerchiamo la felicità…nulla di più…

Benvenuto nel mio sito, buona montagna

                                                                      Andrea

 

 

 

 

Tutte le foto all’interno del blog sono regolamentate secondo la legge sul diritto d’autore. Inoltre tutti gli scritti sono tutelati secondo le leggi riguardanti le proprietà intellettuali europee.